Idee per regali zero waste

idee-regali-rifiuti-zero-waste

Foto da azpunkt

Tra dieci giorni è natale – il tempo vola! Avete già tutti i regali pronti per i vostri cari? O fate invece parte delle persone che si sentono stressate dalle preparazioni natalizie, che non sanno cosa dare e pochi giorni prima della festa comprano qualcosa, giusto per avere qualche regalo da dare – anche se magari non serve al destinatario e non lo rende neanche particolarmente contento?

Ci sono delle famiglie (o amici) che si mettono d’accordo tra di loro per non farsi dei regali. Questo non fa per tutti. Farsi regali a natale è la norma e sia fare che ricevere dei regali è un’esperienza piacevole. In vari studi, generosità è addirittura stata associata ad una salute migliore.¹

Un altro risultato di ricerche scientifiche che oramai è abbastanza noto: le esperienze tendono a renderci più felici dei beni materiali.² Infatti, se pensate alle cose che vi hanno resi più felici nella vostra vita, probabilmente si tratta di momenti o di esperienze che avete fatto, magari insieme ad altre persone, e non di oggetti che avete posseduto. Non è così?

Le esperienze, quindi, possono essere i perfetti regali zero waste (dipende un po’ dal tipo di esperienza che scegliete). Per di più, se le scegliete bene, magari saranno anche più graditi dei regali materiali. Perché non regalare alle persone vicine a voi un’attività da fare insieme? Così regalate la gioia dell’attesa, il divertimento dell’attività stessa, dei bei ricordi. E se proprio dovesse andare male – come dice lo Zero Waste Chef – almeno avrete una nuova storia da raccontare 😉

Se non avete ancora procurato tutti i regali per questo natale, ecco alcune idee a cui ispirarvi.

Biglietti/ buoni

  • biglietti per eventi culturali: teatro, cinema, museo, concerti, letture pubbliche…
  • eventi sportivi: partite della squadra preferita…
  • attività sportiva: palestra, corso di yoga, danza ecc., piscina…
  • trattamenti benessere, massaggi, sauna, entrata nelle terme…
  • cena ecc. (al ristorante oppure preparata con amore a casa 😉 )
  • un giro in barca o in canoa (quest’ultimo mi piacerebbe un sacco ricevere 😀 )
  • luna park
  • per i vostri amici e parenti spericolati: bungee jumping, paracadutismo 😀
  • per qualcuna/e che ha dei figli piccoli: voucher per un evento, una serata fuori ecc, mentre voi fate da baby sitter
  • se avete più soldi da spendere: gite, viaggetti
  • partecipazione ad un workshop o un corso: Anne Marie del blog The Zero-Waste Chef ha pubblicato una bella lista con tante idee per vari corsi, tra cui: corsi di strumenti musicali, di fotografia, di vari artigianati, di cucina, di lingue…
  • per qualcuna/o a cui piace leggere: iscrizione ad una biblioteca, abbonnamento ad un giornale o una revista (se lo fate per la versione digitale è pure a rifiuti zero)
  • per qualcuno/a a cui piacciono i film e la musica: iscrizione a Netflix, Groove Music, Spotify ecc.

Regali materiali

  • se non si sa cosa serve al destinatario o cosa vorrebbe ricevere: è una buona strategia regalare delle cose consumabili che non diventano quei oggetti in casa che prendono spazio, che uno non vuole tenere ma neanche buttare
  • cibi vari, comprati o meglio ancora, fatti in casa. Biscotti o cioccolatini, pesto, marmellate… siate creativi!
  • bevande varie: vini, liquori (magari fatti in casa)
  • tisane o tè sfusi
  • miele, comprato da un apicoltore dalla regione (si trovano spesso sui mercatini)
  • una pianta. Un regalo che cresce 🙂
  • per chi piace fare i cocktail a casa: cannucce riusabili di acciaio inox
  • altri prodotti riusabili da zero waste, come un panno struccante lavabile di cotone (non prendete uno di microfibra! Quella rilascia minuscoli pezzi di microplastica durante ogni lavaggio, i quali sono dannosi all’ambiente e a noi stessi e gli impianti di depurazione non sono in grado di filtrarli)
  • cosmetici: prodotti ecosostenibili, magari fai da te. Ci sono delle ricette online per dei cosmetici zero waste, in futuro pubblicherò alcune su questo blog (deodorante, dentifricio, lozione per il corpo, sale da bagno…). Se preferite comprarli: olio per il corpo (meglio se nella bottiglietta di vetro), saponi (meglio senza olio di palma) ecc…

Se volete fare un regalo materiale e preferite comprare qualcosa invece di farlo, consiglierei di comprare il regalo in un negozio fisico. Così supportate l’economia locale e generate meno spazzatura rispetto alla spesa online, perché il prodotto non dev’essere spedito a casa vostra. Potete anche acquistare dei regali di seconda mano. Così “salvate” dei prodotti usati dalla spazzatura e risparmiate delle risorse.

Come vi sembra questa lista? Avete altre idee da aggiungere? Vi piacerebbe ricevere una di queste cose come regalo?

Lascia un commento